Stampa

L'ECO DELLA GIOIA - Niente vale se non ho l'Amore

GMG S. GiulianoLeggi tutte le testimonianze su GMG: L'ECO DELLA GIOIA
1) Quando “andare di fretta” ti porta nella direzione della vita? Su quali aspetti della vita vorresti invece rallentare il passo e fermarti?
La mia vita è un costante “andare di fretta” perché ho sempre molte cose da fare e questo mi piace perché mi permette di mettere a disposizione le mie qualità in diversi ambiti. Mi dona la gioia del condividere di cui si è molto parlato durante la GMG. Allo stesso tempo però capisco che ci sono determinati aspetti della vita che richiedono maggiore attenzione e dunque sento la necessità di rallentare…. Uno tra questi è proprio il rapporto con Dio. Credo che serva prendersi del tempo apposito per coltivare questo rapporto e ciò non è compatibile con una vita frenetica. Dunque, la fede può anche diventare un momento di pausa e riflessione rispetto alla quotidianità.

Leggi tutto...

Stampa

L'ECO DELLA GIOIA - Rendere il mondo un posto migliore

WhatsApp Image 2023 08 09 at 21.14.38Leggi tutte le testimonianze su GMG: L'ECO DELLA GIOIA
1) Quando “andare di fretta” ti porta nella direzione della vita? Su quali aspetti della vita vorresti invece rallentare il passo e fermarti?
"Andare di fretta" penso sia giusto solo quando bisogna andare verso gli altri, ovvero per partecipare agli incontri che la nostra giornata ci pone davanti. Una volta giunti ad essi, che siano con persone conosciute e più intime oppure un incontro occasionale con persone "straniere" alla nostra vita, bisogna rallentare e fermarsi, per ascoltare, per condividere bisogni ed emozioni, cercando di essere portatori di gioia nella vita dell'altro , perché ognuno di noi ha la capacità di farlo semplicemente essendo se stesso.
 
2) Quali parole del Papa, durante la veglia, la Messa e gli altri momenti di Lisbona ti hanno "colpito e affondato"?
Le parole che mi hanno maggiormente colpito sono quelle in cui il Papa menziona l'unico momento in cui si può guardare qualcuno dall'alto in basso, quando lo si aiuta a rialzarsi. Come il Papa, penso che nessuno di noi si possa permettere di giudicare l'altro o di pensare di essere migliore o peggiore. Penso che ognuno di noi ha la capacità di aiutare l'altro a tirare fuori il meglio di sè e che ognuno di noi è in grado di tendere una mano verso l'altro per aiutarlo a rialzarsi o semplicemente per essere felici insieme.

Leggi tutto...

Stampa

L'ECO DELLA GIOIA - Non temere

1) Quando “andare di fretta” ti porta nella direzione della vita? Su quali aspetti della vita vorresti invece rallentare il passo e fermarti?
Personalmente credo che andare in fretta non riesca a condurre nella direzione della vita giusta per ciascuno. Andando di fretta lungo un sentiero si può superare un bivio senza notarlo e prendere la via sbagliata, allo stesso modo non riflettendo sulle scelte da prendere o facendolo in modo superficiale per evitare di “sprecare tempo” si rischia di vedere una sola via che apparentemente sembra essere quella ideale, ma poi a volte non si rivela tale e si ha bisogno di tornare indietro.
Penso che alle volte pure a me sia capitato di prendere decisioni in modo affrettato o per necessità o per leggero disinteresse, quindi una cosa su cui vorrei rallentare è appunto il tempo che mi lascio per riflettere sulle proposte o richieste che mi vengono fatte.

Leggi tutto...

Stampa

L'ECO DELLA GIOIA - Alzati e vai

2) Quali parole del papa, durante la veglia e la messa, ti hanno "colpito e affondato"?
Le parole del papa che più mi hanno colpito sono “Alzati e vai”, mi hanno colpito perché sono parole che ogni persona può percepire in un modo diverso in base al contesto in cui vive o il periodo della vita in cui è. Queste parole mi sono rimaste molto perché sono stata, per un anno, in una fase un po' di limbo e solo poco fa ho trovato la forza di alzarmi e puntare verso il mio sogno nonostante le mille difficoltà e le molte paure.
Un’altra parola che mi ha colpito è “Non temere”,  non temere di essere te stesso, non temere di trasmettere ciò che hai vissuto e imparato, non temere di mostrare la tua fede o le tue differenze.
Questa parola mi ha colpito perché il papa ha voluto sottolineare che ognuno è perfetto a modo proprio e l'importante non è ciò che vedono gli altri, ma ciò che vede Gesù e come ci sentiamo noi.

Leggi tutto...

Stampa

L'ECO DELLA GIOIA - Rialzarsi subito

1) Quando “andare di fretta” ti porta nella direzione della vita? Su quali aspetti della vita vorresti invece rallentare il passo e fermarti? 
Andare di fretta mi ha portato a decisioni che,  molte volte, si sono rivelate sbagliate. Ci sono molti campi in cui vorrei fermarmi e pensare bene a quello che sto facendo, uno in primis è quello delle relazioni umane tra le persone. Io in molte situazioni penso di istinto e quindi potrebbero uscire delle frasi che, a prima vista, potrebbero risultare l'opposto di quello che sto pensando.
 
2) Quali parole del Papa, durante la veglia e la messa e negli altri momenti di Lisbona, ti hanno "colpito e affondato"?
Le parole del Papa che mi hanno "colpito e affondato" sono queste: quando si cade, l'importante è rialzarsi subito".

Leggi tutto...

Sottocategorie

Attualità

Percorsi

In cammino con la Chiesa

 

Articoli recenti

Speciale Quarantesimo

LOGO 40 Ausiliarie Diocesane

Il logo

Programma del 40esimo

AUSILIARIE DIOCESANE: 40 anni di «GRAZIE»

L'Arcivescovo alle Ausiliarie: «Questo è il tempo della vostra missione»

Video: Ausiliarie diocesane: «Testimoni coraggiose della vita consacrata»

Programma del convegno: Il piacere spirituale di essere popolo

Un appuntamento atteso da quarant'anni: le Ausiliarie Diocesane in udienza da Papa Francesco

Area riservata

Chi è online

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online

I cookies ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies.