Stampa

Testimonianze di vita donata/4: SONIA

IMG 20200919 WA0007Durante i mesi di lockdown tante iniziative e attività si sono improvvisamente interrotte, in osservanza alle indicazioni delle Autorità sanitarie e civili per contenere la pandemia del COVID-19.
Anche il percorso di gruppo, in preparazione al venticinquesimo di consacrazione si è fermato come incontri di gruppo e per me anche come cammino di riflessione personale perché le esperienze drammatiche vissute in Parrocchia in quei mesi mi hanno completamente assorbita nel rispondere a questa emergenza.
E così… quale occasione più favorevole di quella di una due giorni a Ravenna a settembre per riprendere il percorso che si è arrestato bruscamente?
Nella visita ai tesori dell’antica città imperiale abbiamo programmato di ritagliarci uno spazio di tempo per un incontro con la Parola, “spezzata” per noi da Madre Anastasia di Gesù, del Monastero carmelitano di S. Stefano degli Ulivi, sito in pieno centro a Ravenna.

Leggi tutto...

Stampa

Un mese per la vocazione e la missione

Ancora una vota le parole del Papa sono dense, vanno dritte al cuore e restituiscono dignità e responsabilità non solo ai cristiani, ma a tutti i cittadini dl mondo, in un disegno di Chiesa senza chiusure e senza confini: in vista della Giornata Missionaria Mondiale del 23-24 ottobre, già nel giorno dell’ Epifania, Papa Francesco così scriveva: “La nostra vita di fede si indebolisce, perde profezia e capacità di stupore e gratitudine nell’isolamento personale o chiudendosi in piccoli gruppi; per sua stessa dinamica esige una crescente apertura capace di raggiungere e abbracciare tutti. I primi cristiani, lungi dal cedere alla tentazione di chiudersi in un’élite, furono attratti dal Signore e dalla vita nuova che Egli offriva.

Leggi tutto...

Stampa

NON POSSIAMO TACERE: Cristina, felicemente Ausiliaria Diocesana

Carissima,
Oggi compio 25 anni da Ausiliaria Diocesana!
Seguendo un suggerimento del nostro Arcivescovo Mario Delpini, eccomi a scrivere una lettera a te e alle altre adolescenti, 18enni e giovani  che conosco, per dirti semplicemente che... sono contenta, felice della scelta fatta tanti anni fa.
Non è stato facile scegliere, non lo è mai di fronte a una scelta seria, che può cambiarti la vita! Avevo 18 anni quando mi sono venuti "i primi pensieri" e 22 quando ho lasciato la famiglia, gli amici e il lavoro e sono entrata nelle Ausiliarie Diocesane. A 24 anni mi sono consacrata al Signore attraverso i voti di castità, povertà, obbedienza.

Leggi tutto...

Stampa

NON POSSIAMO TACERE: il senso della mia felicità

Cara giovane amica,
Seguendo un suggerimento del nostro Arcivescovo Mario Delpini, ti scrivo per spiegarti semplicemente perché sono felice e perché la gioia si è fatta sempre più vera nel mio cammino. 
È stata ed è gioia nella mia vita perché ho incontrato il Signore che mi ha amata e mi ha chiamata. Lui non ha guardato i meriti e i difetti, ma mi ha voluta così come sono e ancora vuole che io sia sempre più me stessa: io, Manuela, l’amata dal Signore, scelta e chiamata da Lui per essere a suo servizio e sua testimone tra la gente.
Sai cosa mi ha spinta a diventare quella che sono? Semplicemente il sentirmi amata e il desiderio di amare!

Leggi tutto...

Sottocategorie

  • Storie di vocazione

    strada p

     

    Come si sente la vocazione? Come si fa a capire, a orientarsi e a scegliere? Ti raccontiamo la nostra esperienza e la nostra storia...

     

     

     

  • Anniversari

    Vetrata foto

     

    Fare memoria, ringraziare, testimoniare la fedeltà del Signore. 

     

     

     

  • Esperienze

    esperienze Qualche racconto di esperienze e incontri...

     

     

  • Comunità

    Le donne, che il mattino di Pasqua si recano al sepolcro e alle quali facciamo riferimento per delineare la nostra vocazione, formano una piccola comunità in azione. Esse sono un gruppo di donne, che vanno al sepolcro di buon mattino con gli aromi; riescono a vivere insieme la fatica, l’angoscia, il vuoto di chi vede la vita preclusa e non hanno paura di condividere questo sgomento. Non fingono vita dove vita non c’è. In questo loro andare e condividere, esse incontrano l’inaudita novità della risurrezione e ad esse viene affidato il compito di annunciarla agli altri, in una testimonianza comunitaria. Diventano comunità apostolica, impegnata con la vita a proclamare a tutti Gesù vivo e presente nella storia umana, perché questa storia sia per tutti luogo di salvezza e di santità (St. n°7).
    Le comunità apostoliche nascono così dalla Pasqua: in questa sezione, le comunità delle Ausiliarie si presentano.

  • Servizi

    Noi ausiliarie condividiamo la vita di quella porzione di Chiesa che è la Diocesi di Milano. Ad essa, ai suoi bisogni pastorali, si rivolge la nostra carità e il nostro servizio. Siamo impegnate nelle parrocchie, ma anche in servizi diocesani, o in realtà specializzate come il carcere, l'ospedale, il consultorio, realtà caritative in favore delle donne straniere...

     

     

Attualità

Percorsi

Articoli recenti

Speciale Quarantesimo

LOGO 40 Ausiliarie Diocesane

Il logo

Programma del 40esimo

AUSILIARIE DIOCESANE: 40 anni di «GRAZIE»

L'Arcivescovo alle Ausiliarie: «Questo è il tempo della vostra missione»

Video: Ausiliarie diocesane: «Testimoni coraggiose della vita consacrata»

Programma del convegno: Il piacere spirituale di essere popolo

Un appuntamento atteso da quarant'anni: le Ausiliarie Diocesane in udienza da Papa Francesco

Area riservata

Chi è online

Abbiamo 9 visitatori e nessun utente online

I cookies ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies.