Stampa

Carlo Maria Martini e gli anni di piombo

Martini e anni di piomboÈ in libreria il volume di Silvia Meroni. A quarant'anni dall'ingresso di Carlo Maria Martini a Milano (10 febbraio 1980) ricostruisce in modo puntuale e con testimonianze inedite il ruolo del Cardinale durante gli anni del terrorismo. 

 

«Silvia Meroni riesce a rappresentare in modo efficace il travaglio personale di Martini, naturalmente dalla parte delle vittime e dei familiari, ma proteso anche a cercare di incidere sulle scelte degli assassini. Dagli uni ha rischiato critiche e incomprensioni. Dagli altri il pericolo era la strumentalizzazione. Il prezzo della complessità, della coscienza e della coerenza passa anche di lì. Ma le insidie non hanno dissuaso il Cardinale dall'avventurarsi su questa strada».(dalla Prefazione di Marco Garzonio)

«Il più evidente filo rosso che attraversa queste pagine è costituito dal dialogo che il vescovo di Milano ha intessuto con i familiari delle vittime del terrorismo, che l'autrice ha ricostruito principalmente attraverso la documentazione disponibile e gli incontri personali con i figli e le vedove delle vittime. La testimonianza di questo dialogo, che si è svolto quasi sempre lontano dai riflettori e che in alcuni casi non si è mai interrotto, risulta oggi particolarmente preziosa, anzitutto perché sul piano storico colma una lacuna e ci restituisce il volto di un vescovo che si è lasciato interpellare dalle vittime della violenza terroristica». (dalla Postfazione di Alberto Conci e Francesco Scanziani)

Leggi anche:

La via di Martini per curare l’Italia - Marco Rizzi - Anteprima del Corriere della sera

Il cardinale Martini di fronte agli anni di piombo - Chiesa di Milano

Videoconferenza del 9.05.2020: Le fatiche di un vescovo e le voci dei testimoni

I cookies ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies.