Stampa

Intervista a Paola

p1010135Come sei arrivata a scegliere la tua vita tra le Ausiliarie Diocesane?
Prendendo spunto dalla canzone "Nascerà" dei Gen Rosso, direi così: sempre nuovo è stato il Suo modo di inventare il tempo per me, è una cosa che, non mi spiego mai, cos’ho fatto perché Lui scegliesse me? Con il Signore è stata una specie di lotta, durata circa 10 anni, al termine della quale mi sono arresa. Nel 2003 ho lasciato la mia professione e la mia casa: a 30 anni suonati ho iniziato il discernimento con le AD che mi ha portato ai primi voti nel 2007.

Leggi tutto...

Stampa

Angelina, 40 anni di vita consacrata

Angelina
Quarant'anni di consacrazione religiosa
nell'Istituto delle Ausiliarie Diocesane:
mi riempiono la bocca a dirli, la mente a pensarli,
il cuore a farne memoria!
Eppure sono un soffio nel pensiero di Dio
che mi ha scelta e amata sin dalla mia origine.

Se faccio memoria dei tempi che hanno preceduto gli inizi del cammino di Ausiliaria mi rivedo una giovane, parte di un gruppo giovanile oratoriano, che respirava la ventata di primavera nella Chiesa attraversata dal dono del Concilio Ecumenico Vaticano II. La bellezza della Parola che incominciavamo a "frequentare", il servizio alla Chiesa locale come giovani laici "impegnati", il gruppo che faceva comunità e percepiva l'appartenenza dalla Chiesa di Gesù, ci aiutavano a "sognare" la bellezza della vita vissuta in pienezza.

Leggi tutto...

Stampa

Intervista ad Albina

festa albina 027Albina, dove è nata la tua vocazione?

In famiglia: lì ho ricevuto tutto quello che mi è servito per scoprirla. Inizio a raccontarvi la mia storia dall’adolescenza. Una vita divisa tra la famiglia (con mamma, papà, un fratello maggiore e una zia), la scuola - per diventare educatrice nella scuola dell’infanzia - e la parrocchia, o meglio l’oratorio, quello di S. Andrea a Porta Romana (Milano). Terminati gli studi magistrali nel luglio 1968, con l’inizio dell’anno scolastico ho iniziato il servizio con i piccoli della materna, ma ho anche incominciato ad avere a che fare con i ragazzini della catechesi che il parroco mi aveva affidato.

Leggi tutto...

Stampa

Intervista a Barbara

Barbara, come nasce la chiamata a essere Ausiliaria Diocesana?

 La mia vocazione di Ausiliaria Diocesana nasce in questa Chiesa ambrosiana, o meglio, ai suoi confini: sono originaria di Induno Olona (Varese).

Senza temere limiti e distanze, la parrocchia in cui sono cresciuta ha sempre avuto lo sguardo rivolto verso Milano e il suo Vescovo, perciò ho respirato da subito un'aria di Chiesa più ampia.

Dopo le scuole superiori ho sentito necessario decidere della mia vita, secondo quanto già il Signore mi aveva dato di intuire. Ho dato fiducia a quel "sentire" del cuore che mi spingeva verso una vita consacrata che fosse caratterizzata da una forte condivisione della vita ordinaria della gente: fede, lavoro, casa, vestiti, abitudini...

In quegli anni non conoscevo le Ausiliarie Diocesane, ma il Signore mi chiamava a condividerne la vocazione.

Leggi tutto...

Il logo del 40esimo

IMG 20190328 WA0002

clicca sull'immagine per ingrandire

Percorsi

Attualità

Articoli recenti

Area riservata

Chi è online

Abbiamo 8 visitatori e nessun utente online

I cookies ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies.