Stampa

Una spiritualità... ordinaria!

duomo soleSentirsi figli e figlie della Chiesa particolare, parte della sua storia e della sua fede e diventarne padri e madri, prendendosene cura: questa è la DIOCESANITA'.

È la via spirituale per cui un uomo e una donna hanno la possibilità di incontrare il Signore Gesù, facendo propri i percorsi spirituali di fedeli che si riuniscono col Vescovo attorno alla mensa della Parola e del Pane. È quella via per cui si è chiamati a diventare santi attraverso le condizioni ordinarie della vita. È una santità che si misura sul quotidiano.

 È la fede della gente delle città, dei lavoratori, degli studenti, delle famiglie, dei giovani… È il principio dell’Incarnazione, cioè di Dio fatto uomo, di quel Dio che non si presenta in modo diverso dal nostro, ma di un Dio ordinario, normale, “uguale”. Non un Dio lontano, ma un Dio che entra nella storia concreta dell’umanità… per salvarla.

 


 

Ciascuno per la propria vocazione, sacerdoti, laici e anche noi Ausiliarie Diocesane, viviamo secondo la via spirituale “della” e “nella” Chiesa di Milano. La Diocesi in cui viviamo prende i suoi colori dalla storia che la precede e dalle persone che la abitano oggi, dal modo di pregare e di organizzare le opere dell’amore.

pisa - lucca 2006 ausiliarie 019

 

Ha il volto della liturgia ambrosiana, della Lectio Divina, del dialogo con il mondo e la cultura, dell’ecumenismo, della santità dei suoi fedeli (Giovanni Mazzucconi, Gianna Beretta Molla), dei suoi Vescovi (S. Ambrogio, S. Carlo, il beato Schuster, il beato Ferrari, il beato Montini) e dei suoi preti (il beato don Luigi Biraghi), dell’Azione Cattolica, della sollecitudine pastorale e caritativa (oratori, pastorale giovanile, catechesi, Caritas, volontariato, stranieri)...

 

Leggi la testimonianza sulla diocesanità come via spirituale - di Barbara Olivato


Per noi Ausiliarie, la diocesanità è stata -ed è- il modo di incontrare il Signore Gesù, è un’esperienza di Lui; è il nostro modo di vivere la fede e di tradurla in carità e testimonianza. Questa stessa Chiesa che ci è madre si fa luogo della vocazione e orizzonte del nostro servizio.

roberta

 

La diocesanità ha tutta la forza di motivare la nostra vita di donne consacrate: decidiamo di donarci con fedeltà a quel Dio che incontriamo nel suo amore di Pastore, restituendo l’amore ricevuto in dedizione alla Sua Chiesa: ai fratelli e alle sorelle.

Lo facciamo con tutta la forza del Battesimo, che ci ha consegnato quel “sacerdozio” di Gesù che appartiene ad ogni fedele e che, attraverso il sacramento dell’Ordine, è proprio del Vescovo e dei sacerdoti.

eucaristia

Lo facciamo in forza dell’Eucaristia, dalla quale anche noi siamo convocate, salvate e inviate. L’Eucaristia è per tutti, coinvolge tutti. Da essa, per ciascuno, viene la chiamata ad essere apostoli e testimoni.

 

 silvia

Il Signore ci chiama a consacrarci a Lui e a seguirlo secondo questa specifica via di santità, facendo nostre le vicende di fede e di storia della Diocesi di Milano: questo basta a dare senso a tutta la nostra vita, a ciò che siamo e a ciò che abbiamo: l’amore, la libertà, i beni. Ne facciamo dono al Signore e li traduciamo secondo il suo Vangelo: castità, obbedienza, povertà.

 

 

Il Vescovo rappresenta la Chiesa davanti a Dio e ne è il responsabile ultimo. Lo è così tanto che, per me Ausiliaria, egli è il superiore, colui al quale do la mia obbedienza. Colui che mi affida parte di questa cura per la Chiesa.

 


Noi, Ausiliarie Diocesane, pur essendo consacrate non vestiamo in modo particolare, non abitiamo in un luogo particolare, non ci si riconosce neppure da qualcosa di particolare… ma siamo quasi “nascoste” in mezzo alla gente, appassionate dal quotidiano: preghiamo, lavoriamo, soffriamo e gioiamo come tutti. Questo per testimoniare che Gesù Risorto vive “in mezzo” alla storia concreta di ciascuno, vive “con” l’uomo.




Ci incontrerai facilmente

laddove la gente chiede la fede,
dove ci sono i poveri, i sofferenti, i piccoli

40esimo

LOGO 40 Ausiliarie Diocesane

Spiegazione del logo

Programma del 40esimo

AUSILIARIE DIOCESANE: 40 anni di «GRAZIE»

Percorsi

Attualità

Articoli recenti

Area riservata

Chi è online

Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online

I cookies ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies.