Stampa

PREGHIERA PER LE VOCAZIONI: Ascoltare, discernere, vivere la chiamata

croce mareSono queste le parole del Messaggio di papa Francesco per la 55' giornata mondiale di preghiera per le vocazioni del 22 aprile. Ne riprendiamo alcuni passaggi, perché indicano l'itinerario di ciascun cristiano che decide della propria vita alla luce della fede e che possono aiutarci nella nostra ricerca vocazionale. Aggiungiamo anche link utili per unirsi alla preghiera che si eleva al Signore da tutta la terra. 

Ascoltare, cioè scoprire quella Parola, fra tante altre, che si rivolge a noi con leggerezza e non invadenza. Discernere, cioè comprendere la chiamata. Vivere, cioè non esitare a compiere ciò che la Parola, nel pieno rispetto della nostra libertà, ci chiede di testimoniare.

ASCOLTARE 
La vocazione non ha l’evidenza di una delle tante cose che possiamo sentire, vedere o toccare nella nostra esperienza quotidiana. Dio non si impone alla nostra libertà, perciò può capitare che la sua voce rimanga soffocata dalle molte preoccupazioni e sollecitazioni che occupano la nostra mente e il nostro cuore.
Occorre predisporsi a un ascolto profondo della sua Parola e della vita, prestare attenzione anche ai dettagli della nostra quotidianità, imparare a leggere gli eventi con gli occhi della fede, e mantenersi aperti alle sorprese dello Spirito Santo.

DISCERNERE 
Anche oggi abbiamo tanto bisogno del discernimento e della profezia; di superare le tentazioni dell’ideologia e del fatalismo e di scoprire, nella relazione con il Signore, i luoghi, gli strumenti e le situazioni attraverso cui Egli ci chiama. Ogni cristiano dovrebbe poter sviluppare la capacità di “leggere dentro” la vita e di cogliere dove e a che cosa il Signore lo sta chiamando per essere continuatore della sua missione.

VIVERE LA CHIAMATA DEL SIGNORE
La gioia del Vangelo, che ci apre all’incontro con Dio e con i fratelli, non può attendere le nostre lentezze e pigrizie; non ci tocca se restiamo affacciati alla finestra, con la scusa di aspettare sempre un tempo propizio; né si compie per noi se non ci assumiamo oggi stesso il rischio di una scelta. La vocazione è oggi! La missione cristiana è per il presente! E ciascuno di noi è chiamato – alla vita laicale nel matrimonio, a quella sacerdotale nel ministero ordinato, o a quella di speciale consacrazione – per diventare testimone del Signore, qui e ora.

UFFICIO NAZIONALE PER LA PASTORALE DELLE VOCAZIONI: "Dammi un cuore che ascolta"

CENTRO DIOCESANO VOCAZIONI MILANO; pregare per le vocazioni guardando ai giovani

PASTORALE GIOVANILE MILANO: la testimonianza dei discepoli

AUSILIARIE DIOCESANE: storie di vocazioni

 Barbara Olivato

o

 

Percorsi

Attualità

Articoli recenti

Area riservata

Chi è online

Abbiamo 6 visitatori e nessun utente online

I cookies ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies.