Stampa

Nate dalla Pasqua 3: Comunità di Terrazzano e Passirana di Rho

Terrazzano fotoSiamo solo in due e la nostra esperienza comunitaria è iniziata da pochi mesi. Sappiamo quindi di aver bisogno di altro tempo per imparare a conoscerci reciprocamente e a comprenderci nei nostri modi di essere, di parlare, di operare, di incontrare gli altri…
Nel frattempo, abbiamo tracciato qualche linea per mettere in ordine l’essenziale, a partire dalla preghiera con la liturgia delle ore,con cui iniziamo insieme le nostre giornate. Tutto ciò riguarda, ad esempio, un momento settimanale stabilito, nel quale facciamo un breve capitolo tra di noi per l’organizzazione della vita ordinaria, dare uno sguardo alla settimana successiva e comunicarci a vicenda programmi e tempi personali e pastorali di ciascuna.
Si tratta anche dell’impegno di mantenere uno stretto collegamento con le sorelle della vicina comunità di Baranzate per alcuni tempi di preghiera, di scambio nella fede e di formazione, attente, fra l’altro, a creare o a non lasciarci sfuggire, le occasioni per condividere momenti gratuiti di convivialità e fraternità in un contesto più ampio, di maggior respiro per il nostro duetto!
Ci siamo accorte che riservare alcuni momenti istituzionalizzati per noi è molto utile, anche se siamo tra le comunità nelle quali si trascorre insieme parecchio tempo e dove, al mattino, con la voce rotta dal sonno, prima o dopo la preghiera (!) l’una fa all’altra la domanda più familiare del mondo: “Cosa mangiamo a pranzo?” …E si sa, se in cucina si ferma Cristina, a lavorare al suo PC, e a badare ai fornelli, a mezzogiorno ci sarà un piatto creato con la fantasia di un ricettario sempre diverso… se invece si adopera Daniela, in genere ci si appella ad uno dei più noti versetti del libro dei Proverbi (Pr 15, 17) “È meglio un piatto di verdura con l’amore che un bue grasso con l’odio”!!!
Ridendo e scherzando (è proprio il caso di sottolinearlo!) siamo contente di operare insieme anche nella missione, nella stessa Unità Pastorale dove, pur avendo ciascuna i propri ambiti di impegno,molto condividiamo -nel pensiero e nell’azione- tra di noi, con il Parroco e con il laicato.
In questo contesto, dove entrambe siamo presenti, abbiamo la possibilità di offrire una testimonianza piccola ma concreta e visibile di comunità apostolica, attenta soprattutto a far crescere la comunione dentro l’ordinarietà della vita delle due Parrocchie dell’Unità Pastorale di Passirana e Terrazzano di Rho.
La cura di questa dimensioneci sembra tanto qualificante per noi, da entrare tra i punti essenziali della nostra piccola regola di vita, secondo il dettato del nostro Statuto:«Le nostre comunità sono missionarie: poiché vogliono vivere “una santità seminata in mezzo alla gente” (S. E. CARD. C. M. MARTINI, 24.08.1987; testo in AUSILIARIE DIOCESANE, Interventi dell’Arcivescovo di Milano Card. Carlo Maria Martini e del Vicario generale Mons. Renato Corti alle Ausiliarie Diocesane. Anno 1981-1990, ad uso interno, Seveso 1991), si adopereranno perché questa comunione e questa corresponsabilità apostolica crescano in loro ed in tutti coloro che accostano» (Statuto, Art. 52).
Tra coloro che accostiamo e che accompagniamo, ci sono soprattutto i giovani, nel contesto della pastorale cittadina,e le famiglie, a partire dal collegamento con le due scuole dell’infanzia parrocchiali e dalla catechesi dell’iniziazione cristiana.
A questi, che ben ci conoscono, non sfuggono neppure i nostri difetti, le nostre fatiche, e qualche volta anche le nostre stanchezze.
Negli Auguri di Buona Pasqua, qualcuno ci ha chiesto se, dopo aver corso con Maddalena dal Sepolcro vuoto al Cenacolo, abbiamo trovato un po’ di tempo per riposare.
Abbiamo apprezzato la semplicità e la profondità della domanda e … per tutta risposta: eccoci qua, sorridenti e riposate, con la voglia di riprendere a correre, per annunciare ancora e di più, con la nostra vita, la gioia della risurrezione!

Cristina Gallina e Daniela Mapelli Comunità di Terrazzano e Passirana di Rho


I cookies ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies.