Stampa

Nel ricordo del card. Giovanni Colombo

AusiliarieDiocesane2017 ridotta

 

Ci uniamo alla Chiesa diocesana che sabato 20 maggio ringrazia il Signore per l'Arcivescovo Giovanni Colombo nel 25° anniversario della morte.

La fondazione del nostro Istituto si snoda nell'arco di trent'anni e attraversa tre episcopati: prende avvio con l'ispirazione del card. Giovanni Battista Montini negli anni che precedono il Concilio, trova la sua prima concretizzazione e il riconoscimento della Chiesa con il card. Giovanni Colombo e si conclude con una rilettura del carisma con l'episcopato del card. Carlo Maria Martini.
Siamo grate al card. Colombo perché ha voluto raccogliere l'intuizione profetica che il suo predecessore aveva condiviso anni prima con lui, rettore del Seminario e con altri collaboratori e figure di riferimento vocazionale.
Nel messaggio per la giornata mondiale di preghiera per le vocazioni del maggio 1965 il card. Colombo scriveva alla Diocesi: "Abbiamo bisogno di persone consacrate che siano ausiliarie del Vescovo e della diocesi in ogni forma di attività pastorale". I tempi erano maturi e a settembre si costituì la prima comunità formativa delle Ausiliarie Diocesane, grazie ad alcune giovani che si resero totalmente disponibili per i bisogni pastorali della Diocesi in obbedienza al Vescovo. 
In quella occasione il Cardinale ci regalò un Crocifisso uguale a quelli fatte preparare per un suo viaggio in Africa. Lo custodiamo nella cappella della nostra casa di Seveso.
Nel 1967 l'Arcivescovo scrisse e affidò alla Comunità le prime norme provvisorie, cercando di delineare il profilo delle Ausiliarie Diocesane, non senza difficoltà a motivo della novità della idea orientatrice, come scrisse nel 1979 nel Decreto di erezione a Pia Unione.

Furono anni di ricerca e di scelte. Molte giovani si unirono alla Comunità e questo portò, in una decina d'anni, ad una certa stabilità, all'apertura di comunità apostoliche e alla stesura del primo Statuto, perciò il Cardinale ritenne giunto il momento di dare una veste giuridica alla geniale realtà (Decreto di erezione a Pia Unione). Nel 1979, ad un anno dalla morte di Montini, il card. Colombo approvò lo Statuto ed eresse l'Istituto delle Ausiliarie Diocesane così come lo si conosce oggi: comunità apostoliche che nascono dalla Pasqua dedite, per mandato del Vescovo, all'edificazione della Chiesa attraverso il servizio pastorale alla Diocesi in collaborazione con presbiteri e laici.

Susanna Poggioni e Barbara Olivato

Professione perpetua

locandinaGiusi Valentini farà la professione perpetua il 9 settembre alle 10.30 nella basilica di S.Ambrogio.

Percorsi

Attualità

Articoli recenti

Area riservata

Chi è online

Abbiamo 43 visitatori e nessun utente online

I cookies ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Continuando a navigare accetti l'utilizzo dei cookies.